Cos’è la plastica di origine vegetale?

Una guida agli imballaggi a base biologica e biodegradabile

Cosa c’entra la composizione della plastica con il suo effetto sull’ambiente? La definizione “di origine vegetale” significa che la plastica si biodegraderà allo stesso modo delle piante? Le plastiche di origine vegetale hanno capacità limitate? Le plastiche di origine vegetale sono uguali alle bioplastiche? E sono sicure per gli alimenti?

Ottime domande! Ecco tutto quello che c’è da sapere:

 

Di cosa sono fatte le plastiche di origine vegetale (o a base biologica)?

Potrebbe sembrare impossibile quando si vedono alcuni degli incredibili materiali realizzati interamente o parzialmente con plastica di origine vegetale, ma le plastiche di questo tipo derivano da materiali vegetali come mais, amido, alghe, canna da zucchero, cellulosa, fibra di bambù e altro ancora.

Le plastiche a base vegetale o biologica possono essere create utilizzando scarti o rifiuti agricoli e ridurre la nostra dipendenza dal petrolio, che attualmente richiede circa l’8% delle risorse petrolifere mondiali.

Qual è la differenza tra plastica di origine vegetale (a base biologica) e bioplastica?

I termini “a base vegetale” e “a base biologica” sono simili e si riferiscono alla fonte dei polimeri plastici, mentre una “bioplastica” può riferirsi a materie plastiche la cui materia prima proviene completamente o parzialmente da biomassa, a plastiche biodegradabili o a plastiche che sono sia di origine biologica che biodegradabile. 

 
grafo-differenza-plastica-tradizionale-plastica-biodegradabile

Tutta la plastica vegetale è biodegradabile?

Non necessariamente. La biodegradabilità non ha a che fare con la fonte, ma con le proprietà chimiche della plastica. Tutte le materie plastiche sono costituite da polimeri (catene di molecole) realizzati dai monomeri (singole molecole), e queste molecole possono essere derivate da fonti vegetali o a base di petrolio.

polymers

Affinché una plastica sia biodegradabile (o più specificamente compostabile), il materiale deve essere in grado di decomporsi in pezzi più piccoli ed essere ingerito da microrganismi. Questo meccanismo non si verifica per ogni plastica di origine vegetale.

Se stai cercando di acquistare una bioplastica che si biodegraderà in modo sicuro, è importante controllare le istruzioni per lo smaltimento di tali plastiche a base vegetale e a base biologica. Solo i materiali compostabili certificati sono testati per biodegradarsi in condizioni di compost di tipo domestico e/o industriale.

 

Le plastiche di origine vegetale sono migliori delle plastiche convenzionali?

Ciò che differenzia la plastica vegetale dalla plastica convenzionale è la fonte del materiale. Le plastiche a base vegetale sono plastiche costituite da molecole di origine vegetale, non da molecole derivate dal petrolio. Per ciò che riguarda la fine del ciclo di vita, le plastiche a base vegetale e a base di petrolio sono uguali (alcune si biodegradano nel compost, mentre altre no). Tuttavia, le plastiche di origine vegetale sono realizzate con materiali rinnovabili, mentre le plastiche a base di petrolio sono prodotte da una fonte limitata di petrolio greggio, utilizzando processi ad alta intensità energetica per l’estrazione.

recyling and non recycling process

Le plastiche di origine vegetale sono rispettose dell’ambiente?

Le plastiche a base vegetale offrono un’alternativa a quelle di origine fossile e ne condividono tante proprietà. L’approvvigionamento da materiali vegetali rinnovabili, anziché da fonti limitate di petrolio, è un aspetto importante per l’ambiente e aiuta a rallentare il cambiamento climatico.

Le plastiche vegetali riducono l’inquinamento da plastica?

I materiali e le plastiche di origine vegetale riducono la nostra dipendenza dal petrolio, ma non garantiscono una soluzione per l’inquinamento da plastica o una fine del ciclo di vita sicura per gli imballaggi. Esistono diversi tipi di plastica a base vegetale che non si biodegradano o che richiedono condizioni molto specifiche per biodegradarsi.

Quando cerchi imballaggi di plastica non nocivi per l’ambiente, cerca plastiche compostabili certificate, che sono state testate per biodegradarsi in modo sicuro in condizioni di compost.

Le plastiche compostabili sono tutte prodotte da fonti vegetali?

Ciò che rende una plastica compostabile è quanto velocemente e in quali condizioni quella plastica si degraderà in sicurezza. Molte plastiche compostabili (come quelle di TIPA) sono realizzate a partire da fonti fossili e di origine vegetale. Gli imballaggi di TIPA sono certificati per essere compostati in modo completo e sicuro secondo le normative internazionali in Australia, Europa, America e Irlanda.

A cosa servono le plastiche vegetali?

Le plastiche a base vegetale (o le bioplastiche) vengono utilizzate per creare molte cose che vengono create utilizzando le plastiche convenzionali a base di petrolio; in particolare, imballaggi sostenibili e plastiche monouso per la ristorazione (contenitori per gastronomia, posate, tazze e bottiglie di plastica), vassoi di carta laminata e imballaggi flessibili compostabili. Le buste compostabili TIPA sono sicure per gli alimenti e possono essere utilizzate per prodotti freschi, alimenti secchi, surgelati e molto altro ancora!

 
Fresco
Congelato
Secco

Scopri l’offerta completa di soluzioni compostabili per imballaggi flessibili

 
Share this story

Related articles